Libero dai dettami della moda, fabbro del proprio stile: questo è l'uomo che sceglie consapevolmente lo street style, sorpassando le ingessature di ciò che è imposto. Allora, largo agli abbinamenti di colori e di linee, perché la classe si crea per libera scelta.

Attenzione costante, però, al dettaglio. Abbigliamento e accessori saranno sempre ricercati e di altissima qualità. È da qui che si riconosce il gusto.

Dissonanza e contaminazione sono le due parole chiave che fanno, dell'uomo da street style, un sofisticato iconoclasta della moda. Addosso a quest'uomo, il casual da strada è una filosofia estetica.

Il pantalone classico si accompagna alle sneakers senza lacci, sotto il jeans c'è una mocassino vintage in vernice anticata, la oxford sposa la cordura. Sono dichiarazioni di uno stile che impone di essere preso in considerazione.

Qui si fa la differenza tra le due accezioni di street style: da una parte, il casual dell'uomo medio, l'uomo che usa l'abbigliamento per coprirsi, dall'altra lo stile del trendsetter, l'uomo che definisce la propria, personale moda per non nascondere nulla di sé. 

Per strada vi capiterà d'incrociare lo sguardo di uomini esponenti di entrambe le accezioni di street style, ma solo in uno dei due casi offrirete un secondo sguardo.